Famiglia in vacanza: i bagagli per ogni occasione

Famiglia in vacanza: i bagagli per ogni occasione

Il calendario corre, la fine delle scuole è arrivata, e l’unico pensiero dei vostri figli sono le vacanze! Ma la spensieratezza dei bambini e la gioia di alcuni giorni trascorsi con la famiglia in qualche ridente angolo del mondo potrebbe scomparire, schiacciato dall’enorme, angosciante, multi tasche e spropositato peso del nemico numero uno di un viaggio in famiglia: la preparazione del bagaglio! Per evitare che la valigia diventi il vostro peggiore incubo ecco qualche piccolo consiglio e qualche trucco salva vita tempo e spazio per sopravvivere al rituale della partenza senza lasciarci il buonumore!

Consigli jolly per ogni valigia!
A prescindere da dove avete deciso di trascorrere le vostre vacanze, che sia in un ghiacciaio o ai tropici, che si tratti di una crociera extralusso o di un giro sulle rapide di un fiume, ci sono delle semplice regole base nella preparazione del bagaglio di famiglia. Consigli jolly per ogni valigia!

Prima di iniziare….
Dopo aver scritto e limato a dovere le vostre liste coinvolgete gli atri componenti della vostra famiglia nella preparazione del bagaglio. Dai 6 anni in poi in bambini possono tranquillamente usare le loro manine per capire quali cose mettere sul letto. Idem per i mariti/compagni. Alla fine aiuterete voi tutti a sistemare le cose in valigia senza spiegazzarle troppo. E mentre voi risparmierete tempo e nervi loro impareranno da soli a prendersi cura delle loro cose, in vista di futuri viaggi senza genitori. Per una famiglia media – coppia più due bambini – può bastare una valigia normale più una borsa per le cose dei bimbi, mentre ognuno avrà poi il suo zainetto con le cose necessarie al viaggio, un piccolo spuntino, un gioco, la macchina fotografica, il giornalino o la crema solare della sua gradazione.

Evitate di portare troppe borse e scegliete bagagli morbidi, pieni di tasche, dove poter sistemare le cose in modo razionale. Ottimo il marsupio, antiestetico ma valido. Portate sempre un paio di bustine vuote per la biancheria sporca, e lasciate dello spazio per eventuali souvenir. Se avete in mente di portarvi un’intera borsa solo per le scarpe chiedetevi se è veramente necessario. Per dieci giorni al mare possono bastare un paio di scarpe da giorno, comode, un paio da sera, e delle colorate flip flop. Se i vostri figli sono molto piccoli è bene che vi informiate sulle strutture mediche più vicine (farmacia, pronto soccorso nel villaggio, etc) ma non partite con la farmacia da casa. E’ una vacanza, non una trincea.vacanze in montagna

Famiglia in alta quota: vacanze in montagna
Andare in montagna – a meno che non stiate portando i vostri cari a scalare l’Everest – non vi giustifica dal rincarare la dose. Tolti i costumi – ma uno è meglio portarlo, per un tuffo al lago, in piscina o per prendere il sole dopo una passeggiata – secchielli e palette, aggiungete al guardaroba base ottime e comode scarpe da trekking che avrete già provato ai piedi dei vostri figli. Mai e poi mai partire con scarpe nuove: storte, vesciche, calli e dolori sono assicurati. Un paio di felpe in più e un k-way a testa per eventuali temporali improvvisi possono bastare. Preferite pantaloncini, più un paio di pantaloni lunghi o una tuta per tutti. Ogni membro della famiglia deve avere il suo zainetto per portarsi, da solo, borraccia, panini, e quanto serve per un’escursione. Non dimenticate creme solari a protezioni alte, perché il sole in alta quota picchia. I calzini lunghi salva-vipere, ortiche e zecche sono fondamentali. Un vestitino più elegante per una passeggiata in città va calcolato. Il resto è all’insegna della comodità e dello sport, se avete scelto la montagna ci sarà un motivo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Content is protected !!